Urdhva Hastasana: la posizione Yoga delle mani sollevate

Urdhva Hastasana: la posizione Yoga delle mani sollevate

Urdhva Hastasana, la posizione Yoga delle mani sollevate, è un Asana simmetrico che appartiene alla famiglia delle posture “in piedi”.

Si tratta di una posizione molto praticata ma su cui, troppo spesso, non poniamo sufficiente attenzione. 

Urdhva Hastasana è invece un Asana da cui non possiamo assolutamente prescindere in quanto parte essenziale della celebre sequenza del Saluto al Sole e fonte di innumerevoli benefici psicofisici.

Proseguiamo quindi il nostro viaggio alla scoperta delle singole Posizioni Yoga che compongono Surya Namaskara…

Sei pronto a scoprire tutto quello che c’è da sapere su Urdhva Hastasana?

Urdhva Hastasana: nome e simbologia della posizione 

Veniamo subito al nome… Come già accennato, Urdhva Hastasana significa letteralmente posizione Yoga delle mani sollevate

Infatti, il termine sanscrito deriva dall’unione fra:

  • Urdhva”, che significa “all’insù” o “verso l’alto”
  • Hasta”, che significa “mani”
  • Asana”, che significa “posizione”

Inoltre, è bene sapere che questa posizione è conosciuta anche con il nome di Hasta Uttanasana.
Infatti, in sanscrito “ut” significa “intenso” e “tan” “allungare”. 
Potremmo quindi tradurre il termine anche come “posizione dell’intenso allungamento delle mani”.

In ogni caso la posizione Yoga delle mani sollevate è molto simile a Tadasana (la posizione Yoga della Montagna) poiché ne conserva il medesimo allineamento di base e la forte connessione dei piedi a Terra. Tuttavia, eseguire consapevolmente Urdhva Hastasana, ci consente simbolicamente di elevarci spiritualmente verso l’alto per creare un legame indissolubile fra Terra e Cielo

In questo modo, attraverso il nostro corpo, l’energia assorbita dall’Elemento Terra (Prithvi) si fonde con quella dell’Elemento Aria (Vayu) per creare un equilibrio che si riflette anche nella nostra mente.

Urdhva Hastasana: come eseguire la posizione

Vediamo ora come eseguire correttamente Urdhva Hastasana.

Molto spesso, la posizione Yoga delle mani sollevate, viene praticata all’inizio e al termine di una sequenza, soprattutto nei tipi di Yoga più dinamici

Nel Saluto al Sole rappresenta la posizione che segue Tadasana e che precede Uttanasana.

Ma ti è mai capitato di eseguirla o vederla praticare dai tuoi allievi in maniera frettolosa o sbrigativa? Personalmente mi è successo più di una volta…
Proprio per questo ritengo importante spendere qualche parola in più per soffermarmi sulla tecnica…

Ecco come eseguire Urdhva Hastasana:

  • Sali sul tuo tappetino e parti dalla posizione di Tadasana assicurandoti di distanziare i piedi quanto la larghezza delle anche
  • Distribuisci il peso equamente su entrambi i lati del corpo
  • Distendi le gambe e attiva i quadricipiti in modo da sollevare le rotule
  • Spingi il coccige verso il basso ed il pube verso l’alto per non comprimere le vertebre lombari
  • Attiva i muscoli addominali
  • Inspirando solleva e allunga le braccia oltre il capo tenendole separate alla larghezza delle spalle
  • Mantieni le spalle lontane dalle orecchie e ingloba le scapole nella colonna
  • Rivolgi i palmi delle mani uno verso l’altro (se preferisci puoi praticare la variante con i palmi delle mani a contatto o assumere un Mudra)
  • Attiva le dita delle mani puntandole verso il cielo
  • Estendi la schiena ed espandi il torace 
  • Piega la testa indietro indirizzando lo sguardo verso le mani
Urdhva Hastasana: come eseguire la posizione Yoga delle mani sollevate
Urdhva Hastasana: come eseguire la posizione Yoga delle mani sollevate

Urdhva Hastasana: precauzioni e consigli per migliorare l’allineamento

Come per ogni posizione Yoga, anche l’esecuzione di Urdhva Hastasana richiede un “ascolto” davvero profondo del proprio corpo e del proprio personale “sentire”. 

Infatti, le nostre esigenze possono variare di giorno in giorno, di ora in ora, di respiro in respiro…

Prima di praticare la posizione Yoga delle mani sollevate valuta sempre le tue condizioni fisiche ed emotive… Immagina di “scattare una fotografia” al tuo interno, nel preciso istante in cui ti trovi, nel famigerato “Qui e Ora”!

Per eseguire Urdhva Hastasana basta tenere in considerazioni alcune semplici precauzioni.

Di seguito ti elenco qualche suggerimento per rendere il tuo allineamento più sicuro:

  • Se avverti fastidio alla schiena non inarcare eccessivamente la colonna
  • Se senti tensione alla zona cervicale non piegare la testa indietro ma mantieni lo sguardo fisso davanti a te 
  • Evita la variante con i palmi delle mani uniti se hai problemi alle spalle
  • Se percepisci che il tuo respiro è “bloccato” o poco fluido esci lentamente dalla posizione

Urdhva Hastasana: i benefici della posizione

Dopo aver analizzato nel dettaglio i passaggi per eseguire la posizione vediamo ora quali sono i benefici di Urdhva Hastasana.

Che tu lo faccia durante una lezione di Yoga o semplicemente al mattino appena sveglio per “stiracchiarti” dal torpore notturno, praticare la posizione Yoga delle mani sollevate regala un immediato stato di benessere.
Ma ti sei mai chiesto il perché?
Semplice! Questa posizione regala tantissimi vantaggi sia sul piano fisico che energetico…

Eccone alcuni che influiscono direttamente sul nostro corpo:

  • Aiuta a migliorare la postura 
  • Allunga e rinforza la colonna vertebrale e i muscoli erettori
  • Distende la parte frontale del corpo
  • Estende addome e visceri portando afflusso di sangue negli organi interni
  • Espande torace e polmoni migliorando la capacità respiratoria
  • Agevola l’apertura delle spalle
  • Distende la gola e stimola il sistema endocrino, in particolare la tiroide
  • Sviluppa concentrazione e propriocezione del corpo
  • Accresce il senso di equilibrio
  • Riscalda ed energizza tutto il corpo

Urdhva Hastasana e Chakra

Fin qui abbiamo visto alcuni dei numerosi benefici che Urdhva Hastasana ci offre a livello del nostro corpo fisico.
Ma devi sapere che, come per ogni altro Asana, la posizione Yoga delle mani sollevate ha diversi effetti anche sul piano energetico andando a stimolare il nostro corpo sottile e l’intero Sistema dei Chakra

Nello specifico, questa posizione sprigiona i suoi principali benefici attivando il Chakra 1 della “Radice” (Muladhara), il Chakra 2 del “Plesso Sacrale” (Svadhisthana), il Chakra 4 del “Cuore” (Anahata), il Chakra 5 della “Gola” (Vishuddha) e il Chakra 6  della “Fronte” o “Terzo Occhio” (Ajna).

Infatti, praticare Urdhva Hastasana può aiutare a:

  • Centrarsi e trovare il proprio radicamento
  • Sentirsi più stabili e connessi alla Madre Terra
  • Riconoscere e gestire le emozioni
  • Armonizzare l’energia sessuale
  • Aprirci con gioia e amore verso gli altri
  • Favorire la condivisione
  • Migliorare la comunicazione e la comprensione 
  • Far emergere e sviluppare la creatività 
  • Favorire l’intuizione 
  • Connettersi con la nostra dimensione più spirituale 

Conclusioni

In questo articolo abbiamo cercato di analizzare gli aspetti più importanti di Urdhva Hastasana.
Siamo partiti dal nome di quella che conosciamo anche come posizione Yoga delle mani sollevate per passare alla sua esecuzione e all’allineamento corretto, ai suoi benefici fisici ed energetici. 

Spero di averti dato qualche consiglio utile per una pratica sempre più efficace ma soprattutto consapevole… 
E, a proposito di pratica… Ora non ci resta che srotolare il tappetino per sperimentare Urdhva Hastasana!
Magari con un occhio e una mente diversi dal solito…

Ma prima vorrei suggerirti il video di questa splendida lezione completa di Vinyasa Flow guidata dalla nostra Elisa Marzola dello Staff di Yoga Planet in cui potrai mettere in pratica Urdhva Hastasana e cimentarti in Asana sempre nuovi e sfidanti.

Iscriviti al canale YouTube per accedere a tutti i contenuti!

Se questa pratica ti è piaciuta, visita la nostra Academy On line e “Pratica con noi” quando e dove vuoi!

Grazie per il tempo che ci hai dedicato…

Al prossimo articolo ☺ 

Francesca Nera