AJNA CHAKRA: IL TERZO OCCHIO

AJNA CHAKRA: IL TERZO OCCHIO

Ajna Chakra, il Terzo Occhio è la Coscienza che si espande oltre lo spazio delimitante del Sé tridimensionale.

Svadhisthana, il secondo Chakra, è la sede delle percezioni materiali, Ajna, il sesto Chakra, è il suo corrispondente nelle percezioni sottili e profonde.

Quindi, dalla mente individuale del secondo Chakra la Consapevolezza si espande alla mente universale del sesto Chakra.

Ajna è localizzato al centro della fronte, un po’ più in alto rispetto agli occhi, per cui convenzionalmente è definito Terzo Occhio.

E’ l’occhio spirituale che vede oltre i due occhi fisici, associato alla ghiandola pineale.

In realtà il Terzo Occhio è lo strumento psichico di Ajna così come gli occhi fisici costituiscono l’organo di percezione del cervello.

Ajna, nella sua duplice natura,  è tradotto con “Percepire e Comandare” , poichè interiorizza il mondo esterno ed esteriorizza il mondo interiore.

È il Chakra della mente spirituale, il plesso energetico in cui l’essere nella sua natura umana si unisce allo Spirito Universale.

E’ l’energia del plesso cavernoso, quel luogo interiore in cui si compie il salto oltre la dualità di spazio e tempo.

AJNA CHAKRA, IL TERZO OCCHIO: SIMBOLOGIA RAPPRESENTATIVA

Nella rappresentazione grafica, i primi cinque Chakra del Sistema sono racchiusi da un cerchio che scompare nei plessi energetici spirituali.

Questo, simbolicamente, indica la coscienza che si espande oltre il cerchio delimitate del Sé tridimensionale.

Per questo Ajna è tradotto anche con “Cerchio del potere illimitato”.

La rappresentazione simbolica del Chakra dell’Intuizione, presenta un triangolo con la punta verso il basso in cui spicca il Bija-Mantra Om.

Il colore di Ajna Chakra è l’Indaco, la tonalità tra l’azzurro e il viola indice di spiritualità e risveglio interiore.

E’ rappresentato iconograficamente con due grandi petali su cui sono evidenziate le sillabe HAD e KDAD, rispettivamente Shiva e Shakti, la coppia Cosmica.

L’opposta polarità Maschile e Femminile, dalla cui unione origina l’intera manifestazione fenomenica, trova spazio in questo luogo.

Ma i due petali sono anche legati simbolicamente a Ida e Pingala, le due Nadi che si incontrano in Ajna Chakra, come anche ai due occhi fisici.

Secondo alcune fonti, i due petali in realtà sarebbero 96 sovrapposti ovvero 48 per parte.

Il Verbo di Ajna è “Io Vedo”, il Bija-Mantra è Om.

L’elemento naturale è la Luce mentre, l’animale associato è la Civetta, “chiaroveggente” e  saggia.

Il suo sguardo acuto penetra il buio e, dalle tenebre conduce alla rivelazione.

AJNA CHAKRA, IL TERZO OCCHIO: CARATTERISTICHE GENERALI

Ajna e Sahasrara Chakra governano i nostri sensi superiori elevando la Coscienza a nuove prospettive.

Se i primi cinque Chakra, legati alle Nadi, sono direttamente attivati dalla respirazione, il sesto e settimo vortice energetico sono legati a stati mentali e non corporei.

Ajna, definito anche “Casa dello Spirito” è la sede dell’Intuizione, dell’immaginazione e della visione spirituale della vita.

Un suo probabile squilibrio a livello fisico comporta disturbi alla vista, emicrania, ronzii alle orecchie, labirintite.

A livello psicologico, uno squilibrio in eccesso o in difetto, potrebbe originare incubi, nevrosi, stress e confusione mentale.

Tra le erbe gradite al Sesto Chakra troviamo l’artemisia, l’anice e lo zafferano, mentre tra i cristalli  lapislazzulo, quarzo e zaffiro.

Poiché l’attività di Ajna Chakra è legata a processi mentali e non corporei, non ci sono cibi che possano contribuire al suo equilibrio. Il digiuno stimola la sua energia mentre le sostanze tossiche alterano il suo stato.

AJNA CHAKRA, IL TERZO OCCHIO: ALCUNE POSIZIONI YOGA

Le Posizioni Yoga che stimolano l’equilibrio del Terzo Occhio, sono soprattutto gli asana che inducono al rilassamento, alla introspezione e alla meditazione tra cui Savasana e Siddhasana.

Tra le altre Posizioni, Vrksasana, la Posizione dell’ Albero, Garudasana, la Posizione di Garuda e Baddakonasana.

VRKSASANA: La Posizione Yoga dell’Albero

Saldi come alberi, affondiamo le radici nella terra tendendo i rami al cielo per stimolare le energie sottili di Ajna, 6° Chakra.

GARUDASANA: La Posizione Yoga dell’Aquila

Stabilità e tutta l’energia di Svadhisthana e Ajna Chakra per mantenere l’equilibrio mente-corpo.

BADDHAKONASANA: La Posizione Yoga dell’Angolo Contenuto

Più comunemente conosciuta come Posizione del Ciabattino, energeticamente smuova Muladhara, Svadhisthana e Ajna Chakra, favorendo la concentrazione.

SIDDHASANA: La Posizione Yoga Perfetta

Siddhasana è la Posizione che favorisce l’introspezione e il ritiro dei sensi. Elevando le energie ad Ajna e Sahasrara Chakra all’aspetto più Spirituale della Disciplina Sacra.

SAVASANA: La Posizione Yoga del Cadavere

Il Rilassamento totale del corpo e dei sensi apre la Via alla saggezza interiore equilibrando le energie dei 7 Chakra.

AJNA CHAKRA POSIZIONI

Se vuoi saperne di più sulle Posizioni Yoga, un piccolo manuale illustrato YogaPlanet di tutti gli Asana principali ti guiderà nell’allineamento corretto😊

AJNA CHAKRA, IL TERZO OCCHIO: CARATTERISTICHE PRINCIPALI IN TABELLA

AJNA CHAKRA TABELLA

AJNA CHAKRA, IL TERZO OCCHIO: GLI ESERCIZI YOGA

Tanti sono i modi per stimolare ed equilibrare l’energia del Sesto Chakra attraverso gli esercizi Yoga .

Visualizzazioni e Meditazioni agiscono sull’emisfero destro del cervello stimolando le risorse creative e bilanciando la sfera logico razionale dell’emisfero sinistro.

Le pratiche più utili al suo equilibrio sono sicuramente le pratiche mentali, che stimolano i processi dell’intuizione e le doti della “chiaroveggenza”.

Vediamone alcuni che, oltre agli indubbi benefici fisici, bilanciano l’energia di Ajna Chakra, partendo dallo Yoga per gli occhi.

YOGA PER GLI OCCHI

Lo Yoga per gli occhi dona notevoli benefici fisici. Rinforza i nervi ottici, tonifica i muscoli oculari, migliora la vista.

Dal punto di vista psichico, rilassa la mente favorendo lo stato meditativo.

Stimolando l’energia del Terzo Occhio, sviluppa l’intuito e la chiaroveggenza, intesa come abilità di vedere oltre lo sguardo fisico, niente sfere di cristallo 😊

COME SI PRATICA

Esistono tanti esercizi utili per il benessere degli occhi.

In questo articolo, ti descrivo una piccola pratica dal quale prendere spunto.

Siedi in una posizione comoda.

Chiudi gli occhi per qualche respiro e immergiti nella totale oscurità.

Apri gli occhi e fissa un punto dinanzi a te.

Mantenendo il capo fermo, muovi lo sguardo in alto, in basso, a destra poi a sinistra.

Chiudi gli occhi per qualche respiro.

Apri gli occhi e muovi lo sguardo verso l’esterno, poi verso l’interno.

Chiudi gli occhi per qualche respiro.

Apri gli occhi e, sempre mantenendo il capo fermo, fai delle rotazioni da destra verso sinistra, poi inverti la direzione.

Chiudi gli occhi per qualche respiro.

Per concludere l’esercizio, puoi sfregare vigorosamente i palmi delle mani tra loro e poggiarli sulle palpebre. Godi del calore rilassante e dell’ energia rigenerante.

SHAMBAVI MUDRA

Shambavi Mudra nella pratica, è lo sguardo fisso al centro tra le sopracciglia. Risveglia l’energia di Ajna Chakra e favorisce lo stato meditativo.

Rinforza i muscoli oculari rilassando le tensioni.

Bilancia le emozioni e rilassa la mente.

Shambavi Mudra è da praticare con cautela in caso di problematiche gravi quali glaucoma o cataratte.

COME SI PRATICA

Siedi in una posizione comoda ad occhi chiusi.

Porta consapevolezza al viso e rilassalo da tutte le tensioni.

Lentamente, riapri gli occhi e guarda un punto fisso dinanzi a te.

Inspira e porta lo sguardo in alto verso l’interno, focalizzati al centro tra le sopracciglia.

Comincia la pratica mantenendo Shambavi Mudra pochi minuti per massimo 5 cicli.

Aumenta i tempi in modo molto graduale.

MANTRA OM

La sillaba sacra, il mantra sacro della tradizione induista e buddhista.

OM è il suono alle origini dell’Universo, la vibrazione primordiale da cui tutto ebbe inizio.

Vibra alla frequenza di 432 Hz, la stessa vibrazione dell’Universo e può essere recitato in qualunque momento della giornata.

COME SI PRATICA

Portati in un luogo silenzioso.

Chiudi gli occhi e resta in ascolto del tuo respiro naturale fino a percepirlo lungo e profondo.

Inspira profondamente.

Espirando vibra il suono “oooooooooooooooooommmmmm” fino a renderlo labiale verso la fine dell’emissione.

Percepisci le vibrazioni che si espandono dall’ombelico al petto, fino alla gola, nel palato e poi nello Spazio Infinito.

Per approfondire, puoi rileggere l’articolo “Mantra Yoga: i più famosi e i più praticati” .

MEDITAZIONE DEL SESTO CHAKRA

Puoi praticare questa semplice meditazione nella posizione Yoga Savasana.

Rilassa il tuo corpo e lascia andare ogni tensione.

Abbandonati al flusso del respiro.

Rilassa il corpo, Rilassa la Mente.

Porta la tua attenzione ad un punto luminoso al centro della fronte e resta lì.

Ogni tuo respiro nutre quel punto fino a farlo diventare una sfera che avvolge  e nutre tutto il tuo corpo.

MUDRA DEL TERZO OCCHIO

Il Mudra della dea Kalesvara agisce direttamente sul mentale.

Calma il vortice dei pensieri rendendo la mente chiara e affinando così  concentrazione e intuito.

AJNA CHAKRA MUDRA

COME SI PRATICA

Siedi in posizione meditativa.

Porta a contatto le punte delle dita medie e dei pollici.

Fletti le altre dita portando a contatto le falangi medie.

Chiudi gli occhi e osserva il respiro farsi naturalmente lungo e profondo.

Osserva come la tua mente si rilassa.

Praticalo con costanza ogni giorno per circa 10 minuti.

MANTRA ONG SO HUNG  in Brahama Mudra.

AJNA CHAKRA, IL TERZO OCCHIO: LEZIONE PRATICA

La lezione pratica di oggi, è una preparazione breve ma completa a Baddha Konasana, una tra le posizioni che favoriscono la concentrazione.

Scopri il canale YouTube YogaPlanet e iscriviti per accedere a tutti i contenuti.

Se questa pratica ti è piaciuta, Pratica con Noi sulla nostra Academy Online con i contenuti

 “Un Viaggio attraverso i 7 Chakra” un pacchetto lezioni ad un prezzo davvero speciale.

  • 7 Video lezioni
  • 7 Meditazioni

Ti guideranno alla scoperta dell’energia dei tuoi 7 Chakra. Scopri l’offerta!

AJNA CHAKRA, IL TERZO OCCHIO:CONCLUSIONI

E in conclusione, che siano deposte bacchette magiche e sortilegi in nome di una Chiaroveggenza che nella visione YogaPlanet è la trasparenza di “vedere ciò che è”

Solo una mente calma e rilassata ci apre a livelli di Consapevolezza più elevati.

Oltre il flusso dei pensieri, nello stato di quiete, tutto diventa limpido e trasparente.

Ajna Chakra spalanca alla Spiritualità invitando a varcare la decima porta, per inebriarci delle vibrazioni celestiali di Sahasrara, il Chakra della Corona.

Continuate a seguirci

Mary Bellomo