CHAKRA: IL SISTEMA DELL’ ENERGIA VITALE

CHAKRA: IL SISTEMA DELL’ ENERGIA VITALE

L’Universo intero è pervaso da vortici di energia. Come ruote in perenne movimento, a scandire e rappresentare il cerchio della Vita, i Chakra rappresentano il Sistema dell’Energia Vitale.

La rappresentazione fantasiosa dei Chakra come Fiori di Loto li rende affascinanti, misteriosi e “appetibili” tanto ai neofiti quanto ai veterani dello Yoga, sempre in cerca di nuove interpretazioni.

In India il Fiore di Loto è il fiore sacro che nasce dal fango ed emerge in superficie sbocciando nello splendore di una incredibile bellezza.

In chiave metaforica, l’accostamento Chakra-Fiori di Loto rappresenta la “fioritura” della coscienza in stadi sempre più elevati ed evoluti di consapevolezza. Una trasformazione che, dal Chakra della Radice, Muladhara, si schiude alla magnificenza dei 1000 petali di Sahasrara, il Chakra della Corona.

“Chakra: il Sistema dell’Energia Vitale” è una introduzione generale al Sistema Chakra in chiave semplice e accessibile a tutti.

Un tentativo di spiegare, senza troppo “filosofeggiare”, alcuni concetti base dello Hatha Yoga e della sua anatomia sottile che non ha nulla di “misterioso”.

Tutta la vita è trasformazione, e la trasformazione è energia, per lo Yoga così come per la chimica.

Il nostro sarà un viaggio senza bagagli né biglietto, una serie di articoli per scoprire ed esplorare il corpo energetico attraverso l’affascinante descrizione dei 7 Chakra: partenza Terra, destinazione Cielo.

Salite a bordo, il treno per il nostro viaggio nel Sistema Chakra è in partenza?

CHAKRA: CENNI STORICI

Chakra deriva dal sanscrito, con il significato di “ruota”, utilizzato per indicare i plessi energetici che, proprio come ruote, hanno la capacità potenziale del costante movimento.

Le prime citazioni sui Chakra risalgono ai Veda, i testi sacri alla base dell’Induismo, in riferimento alle ruote dei cocchi con cui gli Arii giunsero per distruggere la Civiltà Shivaita dell’Indo.

In altre fonti, rappresentano la metafora del Sole, la Ruota Suprema che domina il Cielo.

In quasi tutte le rappresentazioni iconografiche, lo stesso Vishnu, una delle tre manifestazioni della Trimurti Induista, tra le sue quattro mani, accoglie una ruota, oltre alla conchiglia scacciademoni, al bastone, al fior di Loto.

Anche nelle Upanishad e negli YogaSutra di Patanjali vi sono riferimenti ai Chakra ma è alla tradizione tantrica che risale l’elaborazione del Sistema Chakra.

Potremmo definirli plessi vorticosi collocati lungo la colonna vertebrale che, con un costante movimento di rotazione alternata, producono vibrazioni energetiche.

E proprio all’interno della colonna vertebrale è stato individuato il canale principale, Sushumna Nadi, in cui scorre l’energia Kundalini.

Procediamo per gradi e vediamo cosa sono le Nadi.

CHAKRA: IL SISTEMA DELL’ENERGIA VITALE. LE NADI

Le Nadi sono dei canali sottili, non fisici, ramificati in ogni punto del corpo, in cui scorre il Prana che è l’energia vitale, il nostro vero nutrimento.

Alcuni testi parlano di circa 72.000 Nadi, di queste, due sono le principali, la terza è la Nadi Sovrana:

  • Ida e Pingala Nadi
  • Sushumna Nadi
Chakra le Nadi

Ida e Pingala avvolgono e risalgono Sushumna con un movimento a spirale partendo dalla base del primo Chakra Muladhara.

Ida promana dal lato sinistro per terminare nella narice sinistra.

Pingala promana dal lato destro per terminare nella narice destra.

Sushumna scorre in modo verticale dal primo Chakra al sesto, che corrisponde alla fine fisica della colonna vertebrale.

Nel punto esatto in cui le tre Nadi si incontrano si formano dei vortici di energia, idealmente localizzati, che prendono il nome di Chakra.

SUSHUMNA E KUNDALINI

Sushumna Nadi scorre all’interno della colonna vertebrale, più precisamente nel midollo spinale, tra i suoi punti estremi, Muladhara e Ajna Chakra.

E’ il canale Sovrano in cui scorre l’energia Kundalini come manifestazione di Shakti, l’energia femminile.

Kundalini è quella energia latente e potenziale presente in ogni essere, che risvegliandosi, ascende aprendo a stadi di consapevolezza sempre più elevati fino a ricongiungersi all’energia discendente divina maschile.

E’ l’unione della coppia cosmica, Skakti e Shiva, l’unione del femminile con il maschile in quella armonia da cui prende vita l’intera manifestazione.

Nella rappresentazione simbolica, Kundalini è un serpente dormiente in Muladhara, attorcigliato tre volte e mezzo su se stesso, che, una volta risvegliato, è in grado di srotolarsi risalendo Sushumna.

Kundalini è energia primordiale assopita, “addormentata come il serpente”, è la forza potenziale che rappresenta l’istinto perduto, la dimensione primitiva.

E’ la essenzialità soffocata ma fortemente necessaria alla sopravvivenza dell’essere.

Il SISTEMA DELL’ENERGIA VITALE: COSA SONO I CHAKRA

I Chakra sono quindi plessi energetici, non fisici, che svolgono la funzione di ricezione e trasmissione dell’energia vitale.

Testi antichi ne individuano più di 10 Mila, ma il Sistema Chakra si basa sui 7 principali individuati e collocati lungo la colonna vertebrale laddove si intersecano le tre Nadi.

Ogni Chakra, nella sua essenza, esprime forme di energia che si compenetrano in una funzione globale che include tutti gli aspetti dell’esistenza umana, dal corpo fisico al mentale e spirituale.

Non esiste una scala di valori, nessuna funzione è meno o più importante dell’altra, tutte concorrono perchè nel corpo vi sia armonia ed equilibrio funzionale.

E’ possibile che alcuni Chakra siano più attivi di altri, o che vi siano blocchi e tensioni in cui l’energia fa fatica a scorrere ma non c‘è nulla da “aprire”.

La pratica costante delle Posizioni Yoga e il lavoro mirato su un determinato Chakra riuscirà ad equilibrare eventuali eccessi o difetti di energia liberando dai blocchi i canali e lasciando l’energia libera di fluire.

CHAKRA: COME SONO FATTI

I Chakra hanno una forma ad imbuto con proiezione anteriore e posteriore e sono collegati a Sushumna attraverso un condotto a forma di stelo.

La rappresentazione come Fiori di loto gli conferisce un numero di petali che varia dai quattro di Muladhara ai mille di Sahasrara.

Nel Sistema Chakra distinguiamo:

Tre Chakra Inferiori, nel significato del termine, ossia posti più in basso.

Questi smistano energie grossolane e hanno una rotazione più lenta poiché sono più densi:

Tre Chakra Superiori, cioè “posti più in alto”

  • Vishudda
  • Ajna
  • Sahasrara

Sono i Chakra con una energia più leggera e meno densa, con una velocità vorticante maggiore.

Tra i Chakra Inferiori e i Chakra Superiori si apre

  • Anahata

Il Chakra del Cuore fa da collegamento tra le energie grossolane dei Chakra Inferiori e le energie più sottili dei Chakra Superiori.

Ogni Chakra è collegato generalmente agli organi che corripondono alla prossimità della collocazione “fisica” e governa il sistema endocrino riflettendo la funzione sulla  ghiandola associata.

In base al plesso di collocazione e alla zona di vibrazione, possiamo denominarli anche:

  • Muladhara “Chakra della Radice”
  • Svadhisthana “Chakra del Plesso Sacrale”
  • Manipura “Chakra del Plesso Solare”
  • Anahata “Chakra del Cuore”
  • Vishudda “Chakra della Gola”
  • Ajna “Chakra della Fronte” o “Terzo Occhio”
  • Sahasrara “Chakra della Corona”

CHAKRA: CONCLUSIONI

Dal prossimo articolo il nostro viaggio farà sosta in ogni plesso energetico. Approfondiremo insieme gli aspetti e le caratteristiche principali dei singoli Chakra partendo da Muladhara fino ad arrivare a Sahasrara.

Per concludere, ti consiglio la lezione “Rapido Risveglio dell’Energia” adatta alla pratica quotidiana per “dare un colore diverso alla tua giornata” come sentirai dalla voce di Igor Cerfolli, Maestro e Direttore Didattico Yoga Planet.

E se con questo articolo ho stimolato la tua curiosità di praticare, scopri i contenuti del pacchetto “Un Viaggio attraverso i 7 Chakra” sulla nostra Academy Online.

  • 7 video lezioni Hatha Yoga da un’ora circa
  • 7 meditazioni da mezz’ora

ti guideranno nel sentire l’energia muoversi attraverso i tuoi 7 Chakra.

Scopri l’offerta che Yoga Planet ha riservato per te ad un prezzo davvero speciale.

Iscriviti al canale YouTube per accedere a tutti i contenuti e visita il sito web per le informazione sui Corsi di Formazione Insegnanti Yoga e la nostra Formazione Yoga Online.

Buona Pratica

Mary Bellomo