Dove Ti Porta Il Tuo “Percorso Spirituale”???

Quanto più mi sferza il vento, tanto più affondo le mie radici
9 Gennaio 2019
Yoga e semplicità
11 Gennaio 2019

Dove Ti Porta Il Tuo “Percorso Spirituale”???

Penseresti mai di iniziare a percorrere una strada senza sapere dove andare?
Una strada che non sai se avrà una uscita e dove ti condurrà?
La percoreresti se qualcuno ti dicesse di entrarci? e ti fideresti ciecamente?
Probabilmente se la vivessi come l’unica via possibile… Ma la vita offre infinite possibilità.
Sempre più spesso si sente parlare di percorsi, di “sentieri da esplorare” … Ma hai una vaga idea di dove vorresti andare?
Un percorso…uno qualunque, ma un percorso, perché si possa dire “sto facendo un percorso”…come dire sto facendo una zuppa!
Qualcuno potrebbe obiettare…Ma allora come faccio ad iniziare un percorso spirituale, di consapevolezza, di elevazione…
Devo farlo questo “percorso” e come ?
La prima risposta che mi viene in mente è… non ne ho la più pallida idea…
Non credo sia possibile “decidere” di iniziare qualcosa volutamente o peggio ancora perché tutti lo fanno o perché il “maestro”  mi ha detto. Sarebbe una forzatura, penso  che certe cose accadano quando è il momento giusto…
Non discuto sul seguire una Via, sull’abbracciare una filosofia, una religione o una scelta di vita, sempre che le scelte esistano, ma sul modo in cui ci si approccia.
Si parla tanto di “sentire” ma da dove proviene quello che chiamiamo sentire?
E se il sentire fosse una camaleontica trasformazione della mente fortemente e inconsciamente condizionata?
Non sarebbe più sentire, non sarebbe scelta, sarebbe soltanto un uniformarsi ad un fenomeno che definisco gregarismo massificante, magari inconscio ma sempre massificante.
Penso solo che non c’ è da andare da nessuna parte…
Stare con “ciò che è”… È già un percorso… una via…una dimensione fuori dal tempo e dallo spazio.
Cos’altro ti occorre?
Siamo così presi dall’idea di percorrere che perdiamo la gioia dell’istante, perdiamo l’attimo, e se il presente è l’unico momento che esiste e lo perdiamo, non stiamo vivendo.
Vogliono farci credere che dobbiamo andare chissà dove è chissà con quali mezzi.
È tutto molto più semplice…
È nella natura umana complicare le cose…È nella mente arzigogolata che tutto si ingarbugliata e si complica.
Devo fare un percorso, sto seguendo una via, sono tanto spirituale… Da dove arrivano queste affermazioni?
Non serve la risposta…ce l’hai già!!!

Mary Bellomo