Come Scegliere Una Scuola Di Formazione Per Diventare Insegnante di Yoga

USTRASANA, il Cammello
29 Aprile 2019

Come Scegliere Una Scuola Di Formazione Per Diventare Insegnante di Yoga

come scegliere una scuola di formazione per insegnanti di yoga

10 Punti Fondamentali su cui riflettere prima di scegliere una scuola di formazione per insegnanti di Yoga:

Quella che segue vuole essere semplicemente un aiuto per chi si trova per la prima volta a scegliere una Scuola di Formazione per Insegnanti di Yoga.

La Prima Cosa che mi verrebbe da dire è: Ascolta il tuo Intuito!

Tuttavia vorrei darti degli spunti di riflessione molto pratici frutto della mia esperienza personale.

All’inizio è difficile valutare una Scuola di Formazione, ho frequentato vari corsi lungo il mio percorso, valutandoli inizialmente  forse in modo superficiale, per questo motivo voglio condividere la mia esperienza, così potrai far tesoro dei miei errori e investire le tue energie in progetti di Crescita Reale.

Ok iniziamo questo viaggio:

1) Nella Prima formazione che ho fatto non mi sono informato bene sulla scuola, non ho letto le recensioni e sopratutto non ho verificato che queste fossero autentiche contattando magari da fb le persone che avevano speso molte parole per descrivere il corso appena fatto.

2) Spesso durante la nostra selezione curiamo pochi particolari nella ricerca, magari ci informiamo solo su città, date e prezzi…questo potrebbe giocare a nostro sfavore, sono importanti queste informazioni ma ce ne sono altre fondamentali assolutamente da valutare:

è necessario informarsi dettagliatamente sulle effettive ore di prove d’insegnamento, perché?

Perché il corso deve portarti ad un livello tale da essere in grado di stare davanti ad una classe di allievi con gioia e serenità, con sicurezza e presenza; per far questo è indispensabile una accurata esercitazione in classe, sotto la guida di insegnanti esperti che possono condividere la loro esperienza…

Fare delle prove dove tu insegni direttamente ai tuoi compagni di corso è fondamentale, ancora meglio se le prove sono relative alle materie che hai trattato nella teoria della giornata, in questo modo potrai assimilare correttamente e portare a livello pratico ciò che è stato spiegato a lezione.

3) Un altro parametro per valutare una Scuola è sicuramente il programma di formazione.

Sarebbe opportuno informarsi sui contenuti e la durata del corso, perché potresti trovarti ad affrontare molti anni di teoria prima di poter effettivamente essere abilitato e sopratutto sentirti pronto davvero per l’insegnamento.

Ad esempio se il programma offrisse una sola materia all’anno, ti ritroveresti ad essere costretto a frequentare tutti gli anni senza nessuna possibilità di scelta, potresti non trovarti bene e voler frequentare altrove, ma in questo caso dovresti iniziare di nuovo tutto da capo.

Detto questo è ovviamente da preferire una scuola che già al primo anno ti dia le basi su tutte le materie fondamentali.

Sempre sul programma:

Se molto generico è consigliabile farsi mandare i dettagli specifici per ogni materia trattata per capire se nel corso si affronteranno gli argomenti che ti interessano.

4) Lo stile insegnato:

Qui si apre un mondo…in questo periodo storico ci sono più stili che insegnanti.

Ognuno ovviamente ha quello “migliore” o direttamente legato alla tradizione o a quel lignaggio o è una perfetta sintesi di quelle 2 o 3 o più discipline…

Insomma ognuno ha la sua ricetta.

Come dicevo all’inizio dell’articolo ho fatto più tipi di formazione ed insegno da svariati anni verificando che con un solo stile non si riesce a portare quest’arte di vivere ad ogni allievo che bussa alla nostra porta…

Allora è necessario fare un passo indietro e scoprire cosa precede ogni stile ed adattare il nostro modo di insegnare a varie tipologie di allievi totalmente incompatibili fra loro, sviluppando corsi diversi per persone diverse, e questo è possibile farlo solo se il tuo formatore avrà una visione ed una mentalità aperta, da permettere questo tipo di approccio.

Questo puoi scoprirlo con una semplice telefonata dove cercherai di parlare direttamente con il fondatore della scuola.

5) Una volta Diplomato le domande sorgeranno anche dopo mesi dalla fine della formazione, è molto importante quindi assicurarsi che tutti i formatori che incontrerai siano disponibili a chiarire i tuoi dubbi anche quando il corso sarà terminato…

Questo è un altro punto che ti consiglio di chiarire bene prima di iniziare il corso, potresti trovarti da solo ad affrontare problematiche semplici per chi ci è passato ma per te difficili perché ovviamente non hai esperienza…

6) Quanti sono gli allievi ammessi al corso?

Anche questa è una domanda che è importante fare prima di iscriversi:

Oltre le 25 persone non si creano le condizioni per apprendere correttamente…in alcune formazioni mi sono trovato in corsi con 40 persone a volte…è difficile seguire singolarmente la crescita dell’allievo/insegnante con questi numeri; ci deve essere lo spazio per tutti quanti abbiano bisogno di risposte e chiarimenti.

7) La certificazione:

in questo momento lo Yoga è al centro di molti fraintendimenti e le certificazioni sono le più disparate, ne esistono di nazionali ed internazionali, anche in questo caso nella mia iniziale ignoranza ho fatto dei corsi di formazione che non avevano nessun valore a livello di certificazione italiana ed ho poi dovuto di nuovo fare percorsi simili in altre scuole abilitate per mettermi in regola con ovviamente inutili spese accessorie.

Sul sito della scuola a questo link https://www.yogaformazione.it/certificazioni-yoga/ sono ben descritte le Certificazioni necessarie per insegnare in una associazione o società sportiva…inoltre ti consiglio di verificare su questo sito le scuole certificate YogaAlliance  inoltre sul sito dello Csen puoi trovare i dettagli delle Certificazioni Sportive Italiane

Il consiglio comunque è di informarsi bene presso un commercialista specializzato in associazioni o società sportive; essere commercialista generico non è sufficiente mi raccomando, assicurati che abbia esperienza in questo settore molto particolare.

8) Un punto da non sottovalutare è che la scuola sia in grado di dare una buona formazione per la gestione fiscale e la promozione della tua attività:

Quando tornerai a casa avrai il tuo Diploma, sarai bravissimo sia come allievo che come insegnante, ma dovrai essere altrettanto bravo a promuoverti e districarti nella burocrazia, per non perdere tempo inutile che potresti invece dedicare ai tuoi allievi ed alla pratica dello Yoga e non fare errori tipici di chi è alle prime armi…

9) Le dispense:

ogni materia trattata, dovrebbe avere le sue dispense relative, meglio se un manuale unico consultabile più facilmente.

Qui è più difficile verificarne la validità, per le materie tecniche però ci sono molti testi di riferimento con i quali confrontarsi.

10) Etica:

Forse non per tutti è fondamentale ma credo che una scuola di Yoga, se ne ha le possibilità, potrebbe usare una parte dei ricavi per aiutare chi si trova più in difficoltà…con il tuo corso potresti contribuire anche tu ad un progetto importante.

Forse anche per te è importante sapere, che una parte dei proventi sono destinate a migliorare la vita di persone che ne hanno effettivamente bisogno.

A Presto

Igor

Menu