Lettera ad uno Yogi

Mudra e Namastè
25 Febbraio 2019
Chi Sei?
13 Marzo 2019

Lettera ad uno Yogi

Lettera ad uno Yogi

Caro Yogi,

tra i tanti consigli che potrei dispensarti, vorrei suggerirti la pratica yoga.

Non starò qui ad elencare gli innumerevoli “miracoli prodigiosi”, a questo ci pensano i social e tutti coloro che ne fanno una merce da banco del “tre per due” . 
“… riduce la pressione, l’ansia e lo stress, aumenta le difese immunitarie, tonifica il corpo e se partecipi alla grande raccolta punti e consegni la scheda entro e non oltre fine maggio, ti regala l’elisir di giovinezza e di lunga vita…” 
Ti trasformerà in una sorta di supereroe, in un guerriero invincibile “passivo” capace di assorbire tutto a mo’ di pannocarta… in sintesi… 

Voglio “svelarti” la verità, mio Caro Yogi.
La verità è che non avrai vita facile. 
Agli occhi dei più, di chi ti guarderà senza avere la più pallida idea di cosa sia lo Yoga, sarai sicuramente Buddhista o Induista o addirittura un eretico e profano, senza sapere che tu il tuo Dio ce l’hai dentro di te e che hai una Spiritualità così grande che ha superato da un pezzo dogmi e precetti. 

Sarà scontato che sei di quelli “strani” che mangiano cicorie e bevono tisane,
… fruttariano, crudariano, vegano o vegetariano…senza sapere che  magari sei di quelli che  semplicemente mangiano quello che gli piace e non sei invece una pecora da pascolo. 

Sarai di quelli calmi e senza stress, con Mantra e Om sempre nella testa e magari di Mantra e Om proprio  non ne vuoi sapere. 

Sarai di quelli che vivono di pensieri filosofici e congetture astratte in un mondo ovattato che ottunde i tuoi sensi, senza sapere che magari vivi anche tu i piaceri della vita. 

La mia intenzione, Caro Yogi,

non è sminuire lo Yoga con tali affermazioni, né spaventarti, semmai rasserenarti perché ti assicuro che non dovrai essere come ti dipingono.
Lo Yoga non ti trasforma in qualcosa che non sei ma nella semplicità di quello che sei. 
Non è vero che diventerai invincibile e invulnerabile, anzi, forse lo diventerai anche di più ma ne avrai la consapevolezza accettando ogni parte di te. 

Lo Yoga ti porterà in quella libertà che conquisterai momento dopo momento, fuori da quelle sbarre mentali dei condizionamenti e dei sensi di colpa, fuori dai tuoi stessi giudizi e da quelli gratuiti della gente…fuori dai tuoi schemi mentali e ancor più da quelle categorie tra i paletti in cui ci hanno relegati che son frutto, ahimè, delle prigioni di alcuni praticanti.
Lo yoga è altra cosa mio Caro Yogi. 

Mary Bellomo

Menu