VISUDDHA: il Potere della Comunicazione

Non c’è un Tempo per Fiorire
4 Febbraio 2019
VISHUDDA: il Potere della Comunicazione. Conclusione
6 Febbraio 2019

VISUDDHA: il Potere della Comunicazione

VISHUDDA: il Potere della Comunicazione

Nell’introduzione a Visuddha, in un articolo di qualche giorno fa che consiglio di rileggere, avevamo evidenziato la comunicazione come una facoltà oltre lo stato fisico manifesto, come espressione di pensieri in un livello energetico di trascendenza fisica, sottolineando quanto rilevante sia ai fini della comprensione e della connessione con gli altri e con il mondo.

Vishudda è il Chakra della gola, localizzato all’altezza della laringe, vicino alle corde vocali.

Governa la parola ma anche l’udito, il senso a cui è collegato che rappresenta la capacità di ascoltarsi e saper ascoltare.

È il Chakra della purificazione necessaria al corpo per aprirsi alla sensibilità degli ultimi due chakra e per esprimere ciò che sei e hai dentro, l’ascolto di se stessi e degli altri, ma anche l’espressione della creatività in ogni sua forma.

È collegato inoltre al sistema nervoso e attraverso la tiroide, la ghiandola endocrine a cui è associato, a diverse funzioni tra cui gli organi riproduttivi femminili.

Simbolicamente, il Loto dai 16 petali è raffigurato con un triangolo dalla punta rivolta verso il basso che rappresenta il concretizzarsi del pensiero nella parola all’interno del quale un cerchio rappresenta la luna.

Le due divinità orientali associate a Visuddha sono Gauri e Sadasiva, le divinità dalle 5 facce, il dominio sui cinque elementi.

All’interno del triangolo il bija-mantra Ham e l’elefante bianco, simbolo sacro molto ricorrente nella tradizione buddhista e induista, che indica la compassione, la verità, la pace, l’amore e la gentilezza ma anche la pace mentale.

La leggenda narra che la madre di Buddha, prima di concepirlo, ebbe in visione un elefante bianco da qui il suo valore simbololici di fecondità e forza mentale.

E l’elefante bianco, insieme al toro e al leone, sono gli animali che lo rappresentano.

I cristalli utili all’equilibrio della sua energia sono prevalentemente il Turchese e l’acqua marina mentre le erbe che predilige sono l’alloro, la camomilla e l’eucalipto che non a caso utilizziamo per alleviare il mal di gola.

Nella sua funzione di purificazione Vishudda necessita di cibi ricchi di acqua che appunto purificano il corpo permettendo all’energia di risalire verso i Chakra Superiori , fra tutti la frutta.

Terminata la descrizione generale del quinto Chakra, nel prossimo articolo ci occuperemo della parte più pratica con consigli utili al suo equilibrio.

Mary Bellomo

Menu