Alcuni concetti base …

Meditare e Meditazione…
27 Dicembre 2018
La svendita dello yoga
3 Gennaio 2019

Alcuni concetti base …

Per chi è a completo digiuno di yoga o si sta avvicinando alla pratica o per chi “ha paura” di questo yoga spesso dipinto come una disciplina “misteriosa” ho deciso di spiegare con poche righe e in modo semplice, alcuni concetti base.
Mi scuso fin da ora con gli “addetti ai lavori professionisti” per il modo “semplicistico” con cui affronterò determinati argomenti, ma credo che lo yoga sia e debba essere una disciplina alla portata di tutti.

A differenza dell’occidente, abituato a frammentare l’uomo nei suoi vari aspetti, la tradizione orientale lo guarda nella sua completezza.
Parte fisica, psichica e spirituale si compenetrano tra loro perché tutto è energia, per l’oriente così come per la chimica.
Secondo la tradizione yogica, l’energia scorre in migliaia di canali, 72 mila circa, distribuiti in tutto il corpo, le nadi.
Anche la medicina tradizionale cinese, nei trattamenti di agopuntura, utilizza alcuni di questi canali che definisce meridiani.
Tre sono le nadi principali, Ida, Pingala e Sushumna.
La più importante è Sushumna che potremmo fisicamente corrispondere con la colonna vertebrale.
Sushumna, quindi, scorre nel midollo spinale dalla base della colonna verso l’alto, è un’energia ascendente.
Le altre due nadi, Ida e Pingala, si intrecciano ad essa.
Ida si eleva da sinistra per terminare nella narice sinistra; Pingala emana da destra e termina fisicamente nella narice destra.
Da qui consegue anche l’importanza della respirazione nella pratica yoga.
Il punto in cui le tre nadi si incrociano rappresentano dei plessi energetici, punti di assorbimento di prana, ossia di energia vitale: i Chakra.
Nulla di fisico né di fantascientifico, solo una semplice rappresentazione di quel “complesso meccanismo” della vita.
Ma di questo parleremo in un prossimo articolo.

Menu