Yoga e religione

L’ottimismo non è il pensiero positivo
20 Dicembre 2018
Buon Natale a chi è libero dai confini del tempo e vive il Natale ogni giorno.. .
24 Dicembre 2018

Yoga e religione

Laicità yogica
Sono tanti quelli che hanno paura di avvicinarsi allo yoga e sono tanti quelli che mi chiedono se sono buddhista o induista come se lo yoga fosse una religione o fosse legata indissolubilmente ad essa.
Credo che all’origine dell’ equivoco ci sia la differenza sostanziale tra religione e spiritualità nonché l’atteggiamento, a tratti ridicolo, di alcuni guru, santoni e maestri pseudo spirituali.
La religione è la credenza in un Dio, qualunque egli sia, legato ad un dogma, con dei precetti che l’adepto accetta e che dovrebbe mettere in pratica… dovrebbe perché spesso si fa una scelta di convenienza.
La religiosità è il legame con il divino che va oltre i dogmi, è la consapevolezza di rispecchiarsi nel divino, di essere una scintilla del divino, la consapevolezza dell’Unione al divino oltre ogni dualità.
Oserei dire che la spiritualità prescinde dalla religione andando oltre.
Credo fortemente nella custodia gelosa delle radici, nelle mie radici occidentali che poco hanno a che fare con l’oriente.
Sicuramente l’oriente è affascinante e suggestivo e ha insegnato tanto ma non potrò mai essere orientale se sono nata in occidente..
Ovvia affermazione direi.
Qualcuno potrebbe contestare la laicità del mio yoga.
Non recito mantra, non mi aggrappo neanche a quelli soprattutto se inneggiano a divinità di qualunque religione essi siano.
Una volta mi è stato chiesto in una classe di recitare un mantra e ho proposto la recitazione del rosario, il mantra occidentale.
Sbigottiti dalla mia proposta hanno riso pensando fosse una battuta, era una provocazione la mia.
Certo, in questo secolo fatto di proiezioni che siano di grande impatto, (in una parola “maschere”) fa figo dire “faccio” Yoga recitando mantra e medito dieci volte al giorno.
Ma quanto c’è di vero?
Quanto c’è di tuo? Poco o forse nulla.
I “professionisti” potrebbero essere scandalizzati da queste mie affermazioni e potrebbero obiettare che il mantra produce vibrazioni risonanti con l’universo (lo scrivo in modo che i professionisti trovino altri argomenti per confutare la mia ipotesi!!!).
Quindi gli stessi affermeranno che resterò sempre con la kundalini in muladhara?????
Obiezione, vostro onore!!!
Son tante le Vie, cari maestri , state rendendo lo yoga più religioso che spirituale.
Devi vivere così, devi mangiare così, devi meditare così, devi pregare così, devi vestire così…e l’ elenco dei “comandamenti” potrebbe essere lungo.
Vivi…vivi…vivi, come ti pare, ma vivi la tua esistenza senza restare tra le mani di chi, non soddisfatto dalla sua esistenza, vuol vivere la tua.
Taglia i fili marionetta e animati.

Mary Bellomo

Menu